I Fuochi nella notte dei Frammenti


Quietami i pensieri e il canto
/ e in questa veglia pacificami il cuore / Così vanno le cose, così devono andare / Così vanno le cose, così devono andare / Chi c’è c’è e chi non c’è non c’è / Chi c’è c’è e chi non c’è non c’è… Non c’era miglior modo di iniziare la XIII edizione del Frammenti Festival che farlo aprire al punk filo sovietico degli ex CCCP / CSI, in un evento unico nel Centro Italia: l’anteprima nazionale del loro tour Ciò che non deve accadere, accade – Nessuna garanzia per nessuno, in cui il quartetto CanaliMagnelliMaroccoloZamboni ha riproposto (e ripoporrà in sole altre quattro date) il repertorio di 30 anni di carriera, accompagnati dalla ferrettiana voce di Angela Baraldi. Ed è stato, quello di ieri sera, un concerto nuovo, non una reunion, senza nostalgie di futuro, senza progetto costituito, senza smanie. Ciò che non doveva accadere, accade quotidianamente, ed è successo ieri, in maniera quasi asfissiante con Emilia Paranoica, ipnotica in Tabula Rasa Elettrificata, cantilenante nei Fuochi nella notte (di San Giovanni). Il tutto inserito nell’agreste contesto del Parco di Villa Sciarra a Frascati, dimora del Frammenti Festival, che si è aperto appunto ieri,  5 settembre, e che si chiuderà domenica 8 con il concerto di Vinicio Capossela. Tema della nuova edizione è Reverse, inteso come rovesciamento dello sguardo, come cambiamento di prospettiva, come rivoluzione mentale. Guardare le cose che ci circondano mediante una nuova prospettiva, compiere uno sforzo di immaginazione e di proiezione in avanti. Fino ad abbracciare il termine “forward-fwd”. Come se fosse un disco musicale, Frammenti ha premuto il tasto in avanti. Ha ascoltato e fatto ascoltare. E quest’oggi si gira il disco, si mette sul piatto il b-side. E non si tratta di scovare una traccia nascosta o sommersa, ma di aprirsi a una nuova fruizione, a un nuovo ascolto, a una nuova onda. Come afferma Massimo Zamboni: «Spegnere il video, uscire di casa, muoversi, vivere, sognare, ritrovarsi, guardarsi, esserci».

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE FOTO.